Cosa vedere in Abruzzo: guida di viaggio

Cosa vedere in Abruzzo: guida di viaggio

In Italia ci sono talmente tante regioni che vale la pena di visitare che davvero a volte non si ha proprio l’idea di dove iniziare.

Oggi vogliamo parlare dell’Abruzzo, una delle aree più ricche di luoghi da visitare.

Partendo dal nord della regione possiamo trovare la bellissima L’Aquila, il capoluogo vittima del terremoto del 2009 che, nonostante ferita nel suo animo più profondo, mantiene con estrema eleganza il suo patrimonio artistico.

Per gli amanti dell’arte due luoghi sicuramente da visitare sono la Basilica di Santa Maria di Collemaggio, una stupenda struttura crollata in parte a causa del terremoto e poi ricostruita e restaurata perfettamente e Porta Santa.

Altro luogo magico da visitare sono le grotte di Stiffe situate alle sommità del paese e raggiungibili attraverso stretti sentieri. All’interno delle grotte è possibile ammirare uno scenario stupendo grazie al torrente che scorre nelle zone sotterranee creando giochi di acqua e luce. 

Per coloro che desiderano visitare la bellissima Abruzzo nel periodo autunnale, ovvero tra ottobre e novembre, recandosi nella Piana di Navelli avranno la possibilità di ammirare splendide distese di prati fioriti e soprattutto di assaporare lo zafferano tipico del luogo.

Sempre a nord, questa ricchissima regione, offre uno stupendo parco regionale situato nel Sirente Velino dove sarà possibile scorgere lupi, grifoni, camosci ed altri animali selvatici. 

Procedendo verso sud è possibile addentrarsi nelle Gole di Salinello, una riserva naturale che presenta un gigantesco Canyon scavato dal fiume. Il periodo migliore per visitare il parco è la primavera e lungo i sentieri sarà possibile incontrare numerosi animali selvatici da osservare nel loro habitat naturale.

Un’altra riserva assolutamente da non perdere, è quella naturale dei calanchi dove è possibile ammirare la storica Atri e il bellissimo scenario che entrambi offrono.

Per coloro che adorano i piccoli negozietti di paesi, a Tossicia e a Castelli, è possibile visitare le piccole botteghe artigianali che producono rispettivamente oggetti di rame e maiolica.

Ovviamente, anche per gli amanti dello sport, l’Abruzzo offre numerose attività, come ad esempio il bouldering da praticare a Poggio Umbricchio, le cavalcate in sella a splendidi cavale e le arrampicate sulle rocce del Corno Piccolo.

E contrapposti a chi ama lo sport ci sono ovviamente i viaggiatori mangerecci, e inutile dire che l’Abruzzo è una regione ricca di luoghi di cultura ma anche di prelibatezze da non lasciarsi sfuggire. Quindi assolutamente da provare la pizza dolce di Teramo, il tartufo, le scrippelle e il pecorino delle zone della Laga e di Val Vibrata situate tra i monti abruzzesi.

Spostandoci verso il Gran Sasso è possibile assaporare il baccalà, la ventricina e la patata turchesa ed infine nelle zone di Val Fino e Atri da assaggiare vi sono il tacchino alla canzanese, il tatù e il Pan Ducale.

Non ultimo, un’esperienza indimenticabile. E’ uno spettacolo a cui tutti devono assolutamente assistere almeno una volta nella propria vita. Stiamo parlando dell’Isola del Gran Sasso.

Per coloro che hanno la fortuna di trovarsi su questa straordinaria isola, imperdibile da vedere è il sole che sorge due volte. Un gioco di luci che all’alba e al tramonto viene creato grazie ai raggi di sole che si riflettono sulle rupi della montagna.